Vai al contenuto
Sommario

Serviti delle ancore qui sotto per raggiungere l’argomento interessato
e leggere il contenuto.

Prendersi cura dei propri denti è molto importante, ma non è sufficiente. Per avere denti sani e forti, infatti, è indispensabile avere un occhio di riguardo anche per tutti gli altri elementi che compongono il cavo orale, come il palato, la lingua e le gengive.

Queste ultime, svolgono un ruolo essenziale per la salute dei denti perché hanno il compito il sostenerli, ancorarli all’osso e proteggere i tessuti più profondi e vulnerabili. Inoltre, creano un sigillo attorno al dente che agisce come barriera fisica contro i batteri nocivi e le infezioni.

Anche le gengive, quindi, hanno bisogno di attenzioni per mantenersi sane nel tempo e contribuire alla salute della tua bocca. Lo sai che uno degli elementi da esaminare per capire se la gengiva è sana è il colore? Vediamo come funziona!

Come distinguere una gengiva sana da una malata in base al colore

Le gengive sane hanno una colorazione rosa chiaro con un aspetto simile alla buccia d’arancia, sono ben attaccate all’osso alveolare e non sanguinano durante lo spazzolamento.

Diversamente, i segnali che indicano la presenza di gengive malate sono: arrossamento delle gengive, gonfiore, sanguinamento al solo tatto e la presenza di un accumulo di placca visibile tra il dente e la gengiva.

Le gengive posso assumere vari colori che avvisano della presenza di alcune infezioni.

Possono essere:

  • Gialle
  • Bianche
  • Nere

GENGIVE GIALLE

Le gengive assumono un colore tendente al giallo, o presentano una patina giallastra, per indicare la presenza di una gengivite: un’infiammazione dovuta, molto spesso, ad una cattiva igiene orale e alla presenza di placca sui denti.

Oltre a cambiare colore, le gengive si presentano gonfie, doloranti e potrebbero sanguinare.

GENGIVE BIANCHE

Le gengive bianche possono essere dovute a numerose cause:

  • Infezione da Candida albicans – un’infezione di tipo micotico dovuta ad un fungo che vive all’interno del cavo orale
  • Indebolimento del sistema immunitario – dovuto a stress, affaticamento o terapie più invasive come chemio o radioterapia
  • Leucoplachia – condizione tipica dei fumatori e dei pazienti che assumono alcol frequentemente o che hanno deficit nutrizionali di tipo vitaminico.
  • Lichen planus – una malattia autoimmune, per la quale il sistema immunitario riconosce come estranee le cellule delle mucose e perciò le attacca.

Negli ultimi due casi, leucoplachia e lichen planus, non esiste una cura definitiva ma se ne possono controllare i sintomi con farmaci steroidei e visite periodiche.

GENGIVE NERE

Le gengive scure possono verificarsi con la presenza di patologie che comportano alterazioni nella produzione di melanina o infezioni virali come l’HIV.

Più frequentemente, però, sono un sintomo della parodontite necrotizzante acuta, che provoca la necrosi e la morte del tessuto paradontale, e la perdita dei denti.

La parodontite, comunemente chiamata piorrea, è un’infezione batterica che va a colpire i tessuti deputati al sostegno dei denti. É causata principalmente dalla placca dentale e richiede una pulizia profonda e professionale dei denti, controlli periodici dal dentista e un intervento tempestivo.

Se noti una variazione nel colore delle gengive, recati al più presto dal tuo dentista di fiducia per una visita di controllo!

Creiamo trattamenti personalizzati per soddisfare le esigenze di ogni paziente!