Correlazione tra parodontite e malattie cardiovascolari

Esiste una correlazione tra parodontite e malattie cardiovascolari? Come fanno i batteri della bocca ad arrivare fino al cuore?

La parodontite è una malattia infettiva causata dall’attacco di microrganismi batterici. Si forma quanto, tra dente e gengiva, si crea uno spazio in cui si deposita la placca che favorisce la creazione di una tasca parodontale, un solco in cui si accumulano e proliferano batteri.

La malattia parodontale è diffusa a livello mondiale e, stando ai dati pubblicati di una ricerca condotta dalla Società Italiana Di Parodontologia, è emerso che in Italia il 60-70% degli adulti ne è affetto, secondo vari gradi, e che il 10-14% di questi ha una forma di malattia grave ed avanzata. Essendo una vera e propria infezione, in cui i batteri possono raggiungere il sangue, l’interesse scientifico in merito ad una correlazione tra salute orale e malattie sistemiche è accresciuto sempre più negli anni.

È emerso che i batteri parodontopatici sono fattori eziologici nello sviluppo delle malattie cardiovascolari, in seguito ad una ricerca sui tessuti sclerotizzati. Analizzati con tecniche biomolecolari, è stata registrata la presenza di diversi batteri come Aggregatibacter actinomycetemcomitans, Porphyromonas gingivalis, Pre- votella intermedia, Prevotella nigrescens e Tannerella forsitia. Tutte queste specie parodontopatiche rinvenute nei campioni di tessuto dei pazienti con parodontite hanno suggerito che la presenza di questi microrganismi nelle lesioni coronariche non sia casuale ma che anzi contribuisca allo sviluppo di malattie vascolari.

Le malattie cardiovascolari molto spesso colpiscono le arterie, il cui delicato compito è quello di trasportare il sangue ossigenato al cuore. Può capitare che, a causa del loro piccolo diametro, possano restringersi od ostruirsi, e tra i fattori scatenanti, oltre ai depositi di colesterolo, può esserci anche l’entrata in circolo dei batteri patogeni della parodontite che hanno la capacità di penetrare i capillari della gengiva. I batteri si insediano così in organi e tessuti molto lontani dalla zona della bocca generando infezioni a livello cardiovascolare.

La correlazione tra parodontite e malattie cardiovascolari è perciò dovuta al passaggio dei batteri dalle gengive e i pazienti affetti da questa infiammazione sono a rischio anche per altre malattie come ictus, infarto, diabete mellito e malattie arteriosclerotiche. Il controllo della parodontite è essenziale per la prevenzione di questo tipo di disturbi, con un’attenzione particolare e costante alle gengive, per ridurre la quantità di batteri in circolo nel sangue.

Autore: Fabio Schirripa

Creiamo trattamenti personalizzati per soddisfare le esigenze di ogni paziente!

Parodontite aggressiva: ecco come riconoscerla e curarla

Quando si parla di parodontite, solitamente si pensa che a soffrirne siano soltanto gli anziani. …

Splintaggio dentale: una tecnica non invasiva per stabilizzare la dentatura

Lo splintaggio dentale è una procedura che viene messa in atto al termine di un …

Parodontite: come curarla prima che degeneri

La parodontite è una malattia degenerativa solitamente causata da un’infiammazione batterica che porta alla distruzione …