Innesto osseo dentale: ecco cos’è e a cosa serve

L’innesto osseo dentale è un’operazione di chirurgia che serve a creare le condizioni necessarie all’interno della bocca affinché sia possibile procedere con un intervento di implantologia. Nel dettaglio, la sua funzione è quella di generare la quantità di osso sufficiente a realizzare impianti saldi e stabili.

Ricostruzione ossea dentale: cos’è e a chi è utile

L’innesto osseo è una delle più diffuse tecniche di ricostruzione ossea dentale ed è utile in tutti quei casi in cui l’osso presente all’interno della bocca non sia sufficiente a garantire la corretta funzionalità dei denti.

L’osso umano, infatti, possiede la capacità di rigenerarsi e riparare l’osso mancante attraverso il cosiddetto processo di osteogenesi che si innesca proprio quando viene impiantato nuovo materiale osseo.

L’intervento di innesto osseo è utile in tutti quei pazienti che, nel corso del tempo, hanno subito un processo di perdita ossea in seguito a un grave trauma o a causa di infiammazioni da parodontite.

Ricostruzione ossea per implantologia dentale

La ricostruzione ossea attraverso innesti dentali può avvenire in vari modi. Il più diffuso prevede l’applicazione di una speciale membrana, al di sotto della quale viene inserito il materiale che andrà a formare il nuovo osso.

Il trapianto di materiale osseo può avvenire attraverso l’uso di osso proprio del paziente, in questo caso si parla di innesto dentale autologo, o con osso esterno biocompatibile prelevato da un donatore, chiamato anche innesto eterologo.

Nel primo caso, la presenza delle stesse cellule del paziente non comporta rischi di rigetto o trasmissione di malattie, mentre nel secondo caso i vantaggi sono legati soprattutto alla immediata disponibilità del materiale e alla possibilità di evitare l’intervento chirurgico estrattivo necessario a prelevare il materiale dal paziente.

Dopo questo intervento, sarà possibile procedere correttamente con l’implantologia dentale.

I vantaggi della ricostruzione ossea dentale

Com’è facile immaginare, i vantaggi della ricostruzione ossea dentale sono moltissimi: il paziente, prima di tutto, potrà tornare a sorridere e a masticare come non riusciva a fare da molto tempo.

Attraverso l’innesto osseo dentale e il successivo intervento di implantologia, infatti, sarà possibile recuperare l’intera funzionalità della bocca e permettere a chi si sottopone a questa procedura di tornare ad avere una vita sana e soddisfacente, libera da tutti gli svantaggi psicologici che comporta la mancanza dei denti: dall’imbarazzo nel sorridere alla difficoltà di masticare davanti ad altre persone.

Autore: Fabio Schirripa

Creiamo trattamenti personalizzati per soddisfare le esigenze di ogni paziente!

Ricrescita gengivale: cos'è e come funziona

Per capire al meglio il tema della ricrescita gengivale, riteniamo opportuno compiere un viaggio panoramico …

Rigenerazione ossea dentale: cos'è e perchè effettuarla

Avete preso la decisione di ricorrere all’implantologia dentale per sostituire denti mancanti ma non avete …

Tecniche di rigenerazione ossea dentale: ecco quali sono le principali

La rigenerazione ossea è una moderna tecnica chirurgica odontoiatrica che permette di ricostituire il tessuto …