Rigenerazione ossea dentale senza dolore con la sedazione cosciente

La rigenerazione ossea è una delle più diffuse e sicure tecniche di chirurgia dentale finalizzata all’incremento del volume dell’osso. La domanda che molti si pongono, però, è una sola: la rigenerazione ossea è dolorosa?

La realtà è che, oggi, è possibile sottoporsi a questo tipo di procedura senza alcun fastidio grazie alla sedazione cosciente.

La rigenerazione ossea fa male?

L’intervento di rigenerazione ossea è una procedura piuttosto invasiva che, grazie alle più innovative tecniche odontoiatriche, oggi si può svolgere senza dolore. Inevitabili, invece, saranno i normalissimi gonfiori al viso che si presenteranno nei giorni immediatamente successivi all’intervento: va tenuto conto, infatti, che un intervento di rigenerazione ossea necessita di punti di sutura all’interno della bocca che, inevitabilmente, provocheranno gonfiori e disagi, così come sarà inevitabile l’assestamento degli innesti ossei.

La rigenerazione ossea in sedazione cosciente

Da anni, ormai, tutti gli interventi che svolgiamo qui a Zenadent si svolgono in regime di sedazione cosciente.

Anche la rigenerazione ossea rientra tra gli interventi che è possibile svolgere con questo particolare protocollo che induce nel paziente uno stato di calma e tranquillità, rimanendo comunque cosciente per tutta la durata della procedura.

Sottoporsi alla rigenerazione ossea senza dolore è possibile: grazie alla sedazione cosciente, il paziente non avvertirà fastidi durante l’intervento e l’effetto della sedazione durerà anche nei giorni seguenti, garantendo l’assenza di dolore post operatorio.

La sedazione cosciente, infatti, inizia prima dell’intervento di rigenerazione ossea, continua a durare per tutta la durata della procedura e porterà i suoi benefici anche nei giorni immediatamente successivi.

Il decorso post operatorio

Il decorso post operatorio di un intervento di rigenerazione ossea in sedazione cosciente sarà semplice se il paziente avrà cura di osservare alcune semplici indicazioni nei giorni immediatamente successivi alla procedura. In particolare, sarà importante evitare l’area interessata dall’intervento almeno nei primi giorni, meglio ancora se fino a che verranno tolti i punti di sutura. L’utilizzo di un collutorio antibatterico, poi, è indicato per evitare la possibilità di infezioni. Ovviamente anche la masticazione sarà parzialmente inibita nei giorni successivi all’intervento e sarà importante anche evitare caffè, alcol e sigarette nei giorni  dopo l’operazione per ridurre il sanguinamento post operatorio e migliorare la guarigione della ferita. Il medico, poi, avrà cura di prescrivere eventuali antinfiammatori e antidolorifici da assumere nei primi giorni post operatori.

Da Zenadent ogni aspetto degli interventi, compresi il pre e il post-operatorio sono curati nei minimi dettagli e sarà nostra cura fornirvi passo dopo passo tutte le indicazioni per ottenere il miglior risultato possibile.

La rigenerazione ossea è il metodo più efficace per tornare ad avere i propri denti anche quando l’osso è andato perduto e ognuno di noi deve sapere che questa possibilità esiste e che gli interventi possono essere affrontati in assoluta sicurezza e senza dolore.

Autore: Fabio Schirripa

Creiamo trattamenti personalizzati per soddisfare le esigenze di ogni paziente!

Ricrescita gengivale: cos'è e come funziona

Per capire al meglio il tema della ricrescita gengivale, riteniamo opportuno compiere un viaggio panoramico …

Innesto osseo dentale: ecco cos’è e a cosa serve

L’innesto osseo dentale è un’operazione di chirurgia che serve a creare le condizioni necessarie all’interno …

Tecniche di rigenerazione ossea dentale: ecco quali sono le principali

La rigenerazione ossea è una moderna tecnica chirurgica odontoiatrica che permette di ricostituire il tessuto …