Cos'è un ponte dentale e come effettuare questo trattamento

Il ponte dentale è una protesi fissa che serve principalmente per la sostituzione di un dente estratto o di un dente che manca per altri motivi.

Perchè realizzare un ponte dentale? Quando mancano dei denti, applicare un ponte dentale potrebbe essere la soluzione migliore quando non è possibile realizzare un impianto. I benefici sono numerosi e di notevole importanza. In primis per un fattore estetico, per sorridere e parlare con disinvoltura, ma anche per sostenere labbra e guance mantenendo così naturale la forma del viso. Gli altri vantaggi ricadono nella funzione dei denti nel nostro organismo, ossia quello di masticare correttamente e di ottenere una buona salute orale.

Per riportare nel suo stato ottimale la funzione masticatoria e l’estetica della propria bocca, l’odontoiatra propone due soluzioni. La prima prevede un ponte sorretto dai denti adiacenti che fanno da pilastri, la seconda invece prevede una corona su un impianto dentale che funge da radice artificiale su cui assicurare una corona protesica. È possibile sostituire più di due denti adiacenti? La risposta è sì, è possibile, creando un ponte per più di due denti.

Come effettuare il trattamento per realizzare un ponte dentale?

Nella prima fase, quella i preparazione, il dentista prepara i denti che sosterranno poi il ponte, riducendo la superficie esterna così da creare le corone che li ricopriranno. In attesa poi del ponte dentale definitivo si applica un ponte dentale provvisorio realizzato in resina acrilica, che oltre a proteggere i denti consente anche di abituarsi al cambiamento. Il ponte dentale provvisorio inoltre può aiutare a scegliere la forma e il colore del ponte dentale che diventerà poi quello definitivo.

Prima della prova e della cementazione, si prende un’impronta, che serve poi successivamente a fornire il modello dei denti preparati. La fase successiva avviene poi in laboratorio, in cui si costruisce il ponte tenendo conto delle istruzioni del dentista. Quando il ponte è pronto e il dentista lo ha provato, verrà fissato con un cemento apposito e vi farà tornare il sorriso che stavate desiderando.

Quanto dura un ponte dentale?

La durata di un ponte dentale fisso è solitamente legata alla salute dei denti pilastro e dall’osso che li sostiene. La pulizia lungo il bordo gengivale infatti richiede molta attenzione per evitare carie o malattie parodontali che alla lunga potrebbero intaccare la salute del ponte dentale.

Il consiglio finale è quindi quello di spazzolare il ponte dopo ogni pasto, come per i denti naturali, facendo però attenzione al bordo gengivale lungo il ponte. Per quanto riguarda la pulizia sotto il ponte dentale, inserite un filo apposito nella zona tra il ponte dentale e la gengiva, facendolo scorrere sotto i denti del ponte.

Necessiti di questo tipo di trattamento?