Curare l’alitosi: come eliminare l’alito cattivo

Curare l’alitosi è possibile, scopri di più su questo disturbo e sui rimedi.

L’alitosi è un disturbo che causa cattivo odore quando si parla o respira, ed è una condizione che può colpire indistintamente uomini e donne di qualsiasi età, sebbene si sia riscontrata una maggiore diffusione nelle persone adulte.

Le cause dell’alito cattivo possono essere di diversa origine. Si annoverano tra queste l’alimentazione, fattori genetici, sintomi della parodontite e altro. Curare l’alitosi quindi è possibile una volta individuata la causa. Basta seguire alcuni semplici consigli che possono regalare grandi risultati ai pazienti. Il motivo è quasi sempre la placca batterica depositata sulla lingua. Sebbene la colpa possa essere di una cattiva igiene orale, quasi sempre è la conseguenza di un’alimentazione ricca di zuccheri e prodotti raffinati.  Se la cause è questa la lingua in questo caso tenderà ad avere un colore bianco/grigiastro. Oltre a pulire i denti dopo ogni pasto è perciò essenziale utilizzare un pulisci lingua, un utensile che aiuterà ad eliminare i batteri accumulati sulla parte superiore della lingua.

A favorire l’alito cattivo c’è poi il fumo, non solo per l’odore in sé del tabacco ma anche per le sostanza tossiche che si depositano nella bocca. Tra le cause meno conosciute dell’alitosi invece ci sono i disturbi respiratori collegati alla presenza di muco e focolai di infezione nell’apparato respiratorio. Anche in questo caso la dieta è il principale aiuto per l’alito fresco: meglio quindi bere 2 litri d’acqua al giorno, non esagerare in latticini e farine, bere infusi e tisane realizzate con piante medicinali com pino, menta o zenzero.

In ogni caso i consigli base da tenere sempre a mente sono:

  • lavare i denti con regolarità,
  • pulire la lingua con gli appositi scovolini
  • utilizzare il filo interdentale e il collutorio
  • mantenere la bocca idratata
  • evitare il fumo
  • evitare zuccheri e alimenti raffinati

Potrai vedere risultati fin da subito, viceversa l’aiuto di un medico specialista potrà sicuramente aiutarti a correggere questo disturbo.