Dentista per bambini: cosa c’è da sapere sull’odontoiatria pediatrica

L’odontoiatria pediatrica si occupa della salute della bocca dei bambini dalla nascita fino all’adolescenza. Sono spesso numerose le domande e le curiosità riguardo al trattamento dell’igiene orale dei propri figli e l’ottenimento della sua fiducia da parte del dentista sin dalla tenera età è fondamentale per educarlo – e aiutarlo – a mantenere negli anni una salutare routine quotidiana.

Il primo dentista sei tu

La prevenzione odontoiatrica inizia in gravidanza: la salute orale della mamma influenzerà quella del proprio bambino. I batteri della bocca possono arrivare facilmente fino al feto quando è ancora nel pancione, e ancora più facilmente nei primi mesi di vita. Il contatto salivare è molto frequente quando viene assaggiato il cibo del bambino con la stessa posata che si userà per imboccarlo: se la bocca del genitore è sana non non produrrà nessuna conseguenza, viceversa sarà un veicolo di batteri. Evitare una colonizzazione batterica del cavo orale del bambino fin dai primi mesi è fondamentale per evitare la formazione di placca che potrebbe portare problemi ai denti negli anni successivi.

Quando portare i bambini dal dentista per la prima volta?

L’allattamento al seno aiuta i bambini a mantenere una bocca sana. Il latte materno infatti ha un’efficacia protettiva anti carie confermata a livello scientifico. Dal momento dello svezzamento in poi si potrà usare uno spazzolino molto morbido o una piccola garza per aiutarlo a prendere confidenza con i movimenti e la pratica dell’igiene orale quotidiana. Quando spunteranno i primi denti da latte continuate – e intensificate – questa pratica rendendolo un vero e proprio gioco di famiglia: condividete il momento di lavaggio dei denti: diventerete un modello per i vostri figli aiutandoli a superare ogni diffidenza nei confronti di dentifricio e spazzolino.

Verso i quattro anni, quando i denti da latte saranno completamente spuntati, si può effettuare una prima visita di controllo dal dentista. L’obiettivo principale sarà quello di abituarlo all’ambiente odontoiatrico, allo studio e al dentista. Generalmente in questa prima fase di controlli non si riscontrano particolari problemi alla dentatura, si verifica se vi è una buona armonia tra le arcate dentali e possono essere forniti consigli e indicazioni personalizzati utili ad una migliore igiene orale e prevenzione delle carie.

Come aiutarli a superare il timore del dentista?

Aiutare i bambini a farli sentire a proprio agio è il primo passo per farli familiarizzare con la novità del dentista. Il ruolo chiave in questo caso è quello giocato dai genitori che non dovranno creare nel figlio allarmismi e paure che non ha. Evitare frasi che possano fargli pensare che durante la seduta proverà dolore facendolo preoccupare ancora prima di iniziare la visita. Mettetevi di fronte a lui quando si accomoderà sulla poltrona, di modo che vi abbia sempre a portata di sguardo, e lasciate che sia il dentista a spiegargli le varie procedure.

Può capitare che al momento della visita sia già presente una carie da rimuovere. Importante in questo caso sarà evitare l’effetto sorpresa: verrà perciò spiegato al bambino, con parole semplici e similitudini, le varie fasi. Si sentirà così rassicurato e pronto all’operazione del dentista.

Per ulteriori informazioni sull’odontoiatria pediatrica, o su altri consigli da adottare con i tuoi bambini non esitare a contattare Zenadent. Ti forniremo l’aiuto di cui hai bisogno.

Cerchi un dentista per il tuo bambino?