Estrazione del dente del giudizio

Capita comunemente che i cosiddetti denti del giudizio, conosciuti anche come gli ottavi, per via della loro collocazione nel cavo orale in ultima posizione, appunto l’ottava, causino problemi.
Solitamente la causa di tali problematiche deriva da un loro errato posizionamento nelle arcate dentarie che va da un’inclinazione errata all’inclusione (quando il dente c’è, nel senso che è completamente formato, ma si trova sotto la gengiva, completamente o parzialmente immerso nell’osso).
In questi casi il paziente avverte dal fastidio al dolore molto pronunciato e spesso, soprattutto se gli ottavi sono inclusi, la loro posizione determina una erosione dell’osso del dente immediatamente davanti, il settimo, che in taluni casi particolarmente gravi può rendere necessaria la sua estrazione concomitante a quella dell’ottavo.
Alla comparsa di questi sintomi, rilevabili mediante esami clinici e radiologici (grazie alla TAC di cui disponiamo la diagnosi è immediata) è consigliabile procedere all’estrazione del dente.
Nello Studio Associato Schirripa qualora se ne presenti la necessità, ovvero in caso di denti del giudizio situati in posizioni tali da richiedere competenze specifiche, ci avvaliamo della consulenza di un chirurghi maxillo-facciali qualificati.