La sigaretta elettronica e l'effetto sulla nostra bocca

Utilizzate molto spesso come l’alternativa più sicura alle sigarette tradizionali, le sigarette elettroniche sono oggi entrate a pieno nel commercio dei nostri mercati. Tuttavia, le ultime ricerche suggeriscono che lo “svapo” può essere dannoso tanto quanto il fumo.

Entrando nel dettaglio, le sigarette elettroniche sono dispositivi che nella maggior parte dei casi presentano un circuito che controlla il voltaggio delle pile e una resistenza che scaldandosi crea il vapore che ovviamente simula il fumo. I liquidi non sono quindi composti da tabacco ma contengono nicotina e altre sostanze chimiche.

Come accennato in precedenza sono considerati da molti come sistemi più sicuri del fumo convenzionale anche perchè i dispositivi sono relativamente nuovi nel mercato e si conosce poco sugli effetti a lungo termine.

Un team di ricercatori di New York, dopo aver condotto una ricerca clinica, si è espresso affermando che il nostro corpo, a contatto con il vapore della sigaretta elettronica, reagisce in maniera comparabile alle combustioni del fumo tradizionale. Sembra proprio che i tessuti reagiscono liberando citochine infiammatorie che a loro volta aggravano lo stress all’interno delle cellule, con conseguente danno che potrebbe portare a diverse malattie orali.

Secondo una seconda ricerca invece, è stato rilevato un alto tasso di morte cellulare a causa dell’esposizione al vapore. Per ottenere questo tipo di affermazione un team di ricercatori canadesi ha isolato frammenti di tessuto gengivale e ha studiato il comportamento del tessuto esposto al vapore della sigaretta. Il tasso di danni o di morte in cellule non esposte è di circa il 2%, e aumenta fino a raggiungere valori massimi del 53%.

Per questi motivi, anche se per comprendere gli effetti a lungo termine bisognerà attendere, i ricercatori sostengono che i risultati siano sufficienti per mettere in allerta la popolazione sull’uso della sigaretta elettronica. Resta comunque valido il monito dei ricercatori, a non scegliere con leggerezza la sigaretta elettronica come fosse una soluzione priva di conseguenze.

Il consiglio di Zenadent è quello di passare dalla sigaretta normale a quella elettronica in quanto provoca indubbiamente meno problematiche della sigaretta stessa, del sigaro o della pipa, per via del fatto che al di là delle sostanze liberate il calore prodotto dalla combustione (tipico del fumo tradizionale) non è presente. La riteniamo una scelta efficace soprattutto per i fumatori più incalliti in vista di un intervento, in quanto i danni a denti ed eventuali impianti saranno di gran lunga ridotti.