Scanner intraorale Omincam: ecco la tecnologia nel nostro studio!

In studio utilizziamo solo tecnologie di ultima generazione, come lo scanner Omnicam, scopri tutti i vantaggi.

Gli scanner intraorali sono strumenti di ultima generazione diventati collaboratori essenziali per il lavoro in studio. Le più recenti metodologie di diagnostica in odontoiatria sfruttano appieno le immagini fornito da questa strumentazione, non solo per osservare più da vicino le problematiche che si presentano nel paziente ma anche per comunicare più facilmente con quest’ultimo.

In Zenadent viene utilizzato Omnicam, uno scanner prodotto da Sirona, azienda leader in questo settore che da 35 anni porta avanti il progetto di una comunicazione dentista-paziente sempre più efficace. La telecamera, maneggevole ed ergonomica, consente di raggiungere agevolmente tutte le aree del cavo orale. Con movimenti fluidi, il Dott. Schirripa guida la testina dell’apparecchio a poca distanza sopra i denti e grazie alla luce pulsata si forma in simultanea una riproduzione 3D della dentatura del paziente. Una rappresentazione foto-realistica della situazione clinica, a colori naturali e con grande ricchezza di dettagli.

Questo aspetto ha reso lo scanner intraorale un ausilio indispensabile all’interno dello studio per comuni- care fin da subito con chiarezza i problemi presenti nella dentatura, aiutando i pazienti a comprendere meglio quegli aspetti tecnici che talvolta frenano l’inizio della terapia. Grazie a questa tecnologia utilizzata in studio infatti, non è solo il dentista a comunicare al paziente ma spesso è proprio quest’ultimo a chiede- re chiarimenti su ciò che vede, portando alla luce i propri desideri e aspettative.

Lo scanner Omnicam utilizzato in Zenadent fornisce simultaneamente immagini 3D a colori su cui è possibile lavorare fin da subito. Per registrare un’intera arcata basta solo un minuto, per tutta la bocca dai due ai due minuti e mezzo. Un tempo davvero breve in cui lo scanner è in grado di prevenire l’acquisizione di immagini mosse eliminando automaticamente i dati inutilizzabili. Grazie a questo feedback immediato e realistico non solo aiuta il dentista a orientarsi nella bocca del paziente ma assicura anche maggiore fiducia nel trattamento fornendo un campo di illuminazione uniforme per una maggiore precisione. Rapido e indolore infatti la sua precisione è attestata sui 50 micron, quando la dimensione dei batteri invece è di circa 60 micron.

Non solo, gli scanner intraorali riducono al minimo il fastidio legato alla presa delle impronte con metodi tradizionali, in quanto nella maggior parte dei casi è sufficiente una scansione della bocca per procedere a un gran numero di lavorazioni, come intarsi, corone o anche riabilitazioni complesse sugli impianti.

Gli scanner intraorali come Omnicam sono alleati indispensabili alla vita in studio. Per assicurare al paziente la massima professionalità, accompagnata da un risultato eccellente nella terapia da seguire, è necessario utilizzare fin dal primo incontro solo macchinari di altissima qualità e ultima generazione.

Vuoi un check-up completo?