Ortodonzia

Cos’è l’ortodonzia?

L’ortodonzia è la disciplina odontoiatrica che pone rimedio alle disfunzioni dento-scheletriche dei pazienti. Per dirla in modo semplice e facilmente comprensibile da tutti, è la branca che occupa di raddrizzare i denti nei bambini e negli adulti.

Chiaramente, in caso di problemi ai denti e alle ossa mandibolari e mascellari è importantissimo intervenire prima possibile, già in tenera età, per fare in modo che eventuali disallineamenti possano essere corretti subito, durante le fasi della crescita e prima che questa giunga al suo termine. Proprio per questo motivo, le prime visite odontoiatriche dovrebbero svolgersi già nei primi anni di vita allo scopo di individuare problematiche specifiche fin dai 3 anni. In questi casi, appunto, si parla di ortodonzia intercettiva che permette al bambino di svilupparsi in maniera corretta e impedire a una delle componenti ossee (quella mascellare o quella mandibolare) di prevalere sull’altra.

Le principali anomalie, infatti, riguardano lo sviluppo eccessivo o ridotto della mascella o della mandibola e di solito ciò è dovuto a forze muscolari (lingua e guance) che agiscono in maniera incontrollata.

Con particolari dispositivi è possibile guidare la crescita e fare in modo che lo sviluppo risulti armonico. Crescendo in maniera regolare le ossa, e di conseguenza i denti, troveranno il loro giusto spazio. La maggior parte se non tutte le malposizioni dentali nel bambino e poi nell’adulto sono causate da uno scorretto sviluppo osseo.

Cosa cura?

Come abbiamo spiegato poco fa, l’ortodonzia cura i problemi di allineamento dentale e le disfunzioni delle ossa di mandibola e mascella attraverso l’uso di apparecchi odontoiatrici di vario tipo. In generale, l’ortodonzia permette di curare problemi come

  • Il diastema;
  • l’affollamento dentale;
  • il sovramorso;
  • il morso incrociato;
  • il morso profondo;
  • il morso aperto.

Spesso si associa l’ortodonzia ai pazienti più piccoli, dimenticando che i problemi di allineamento dei denti e delle ossa possono essere molto frequenti negli adulti che si rivolgono all’ortodonzia principalmente per finalità estetiche.

Indipendentemente dall’età, oggi esistono tecniche e tecnologie che permettono di ottenere ottimi risultati anche in breve tempo, per ridurre al minimo il disagio di chi è costretto ad indossare l’apparecchio, ad esempio scegliendo brackets (le placchette che si incollano ai denti) trasparenti o dello stesso colore dei denti, oppure quelli linguali.

Una delle rivoluzioni a cui abbiamo assistito negli ultimi anni è quella dell’ortodonzia invisibile, molto amata soprattutto dagli adulti, che prevede l’utilizzo di mascherine trasparenti, elaborate grazie a specifici software 3D, e che permette di raddrizzare i denti senza che questo sia da ostacolo alla vita di relazione dei pazienti.

Quanto costano i trattamenti ortodontici?

L’orotodonzia ha di solito un costo annuale che va dai 2000 ai 3000 euro annui. Mediamente un trattamento fisso per correggere un affollamento dentale dura circa 1 anno. Trattamenti più complessi, come quelli che prevedono l’utilizzo diverse tipologie di apparecchi e cominciano in tenera età, possono durare anche alcuni anni.

Necessiti di questo tipo di trattamento
o vorresti qualche informazione a riguardo?

Correggere disarmonie di natura scheletrica: ortodonzia intercettiva

L’ortodonzia intercettiva è quella branca dell’ortodonzia che si occupa di prevenire la comparsa di malocclusioni …

Chirurgia mucogengivale: la soluzione contro la recessione delle gengive

La chirurgia estetica mucogengivale è una disciplina che raccoglie tutte le tecniche utili ad aumentare …

Con Clinpro 3M puoi dire addio alle carie!

Clinpro 3M è l’innovativo marchio odontoiatrico che ha sviluppato una linea di prodotti, utilizzabili già …