Il Toronto Bridge è la riabilitazione fissa di un’arcata dentale completa. Prende il nome dalla città del Canada dove si tenne la Consensus Conference nel 1982.

Cos’è il Toronto Bridge?

Il termine Toronto Bridge, letteralmente ponte Toronto, indica una riabilitazione fissa di un’arcata completa su 4 o 6 impianti, in cui la componente ossea e gengivale perduta, a causa della mancanza per lungo tempo dei denti, viene compensata a livello protesico con una componente artificiale.

Cosa vuol dire? Vuol dire che quando si realizza un Toronto Bridge i denti poi saranno fissi, ma, oltre ai denti, il paziente percepirà nella sua bocca una porzione di gengiva artificiale realizzata in resina o ceramica. A livello estetico non cambierà nulla, perché da fuori si vedranno solamente i denti, e se per caso la gengiva si dovesse intravedere avrà assolutamente l’aspetto di una gengiva vera.

Questo tipo di soluzione si utilizza spesso in casi di severa atrofia ossea, per cui si parla di protesi orotopediche: oltre alla componente dentale, la protesica comprende anche la parte ossea e gengivale andata perduta.

Solitamente questa tipologia di soluzione è adottata in quei pazienti che per lungo tempo sono stati portatori di protesi mobile, causa di marcato riassorbimento osseo e gengivale, e permette di avere un’estetica eccellente e un ottimo sostegno delle labbra, senza il tipico aspetto spesso sgradevole a vedersi delle soluzioni mobili.

Nel tempo, le protesi di tipo Toronto hanno subito grandi evoluzioni a livello di tecniche e materiali, che hanno portato a realizzare soluzioni in Zirconia integrale, con un livello di mimetismo, definito appunto bio-mimetismo, che non ha nulla da invidiare alle soluzioni implanto-protesiche tradizionali. In Zenadent siamo testimoni e artefici di questa innovazione che continua anche oggi.

La presenza di gengiva artificiale non rappresenta più un ostacolo o un minus, ma un’opportunità di mettere alla prova i nuovi materiali con soluzioni artistiche d’avanguardia.

Torna a sorridere con Zenadent:
scrivici e fissa un appuntamento!

È meglio una soluzione Toronto Bridge o la dentiera?

Il Toronto Bridge non è una dentiera, né una dentiera avvitata come spesso si è sentito dire in passato. Una dentiera è una protesi mobile che va rimossa dalla bocca per le manovre di igiene orale e che spesso necessita di pasta adesiva per stare ferma.

Il Toronto bridge è una protesi fissa che ha specifiche caratteristiche morfologiche che la rendono estetica, funzionale e detergibile. È inoltre spesso un prodotto ultra-tecnologico che viene realizzato con tecniche CAD-CAM e materiali fresati ed è quindi una soluzione del tutto diversa rispetto a una dentiera perché non si toglie: è una protesi avvitata sugli impianti, non si muove e permette di masticare e sorridere come con i denti propri.

Puoi approfondire nel nostro blog quali sono i vantaggi di una protesi Toronto Bridge.

La sedazione nel Toronto bridge

Come ogni altro intervento chirurgico, da Zenadent la procedura per eseguire un Toronto Bridge viene effettuata sedazione cosciente. Grazie alla sedazione cosciente tutti i nostri pazienti possono affrontare qualunque tipo di intervento in tutta sicurezza e senza paura di provare dolore durante e dopo.

Sedazione cosciente

Prima di un lungo intervento, sottoponiamo i nostri pazienti ad una Sedazione Cosciente: il paziente rimane sveglio ma in uno stato di totale rilassamento che gli permette di affrontare l’operazione in tranquillità e senza sentire alcun dolore. Provare per credere!

Tempi di riabilitazione

In una singola seduta è possibile inserire gli impianti e mettere i denti fissi in fase provvisoria.

Dopo 6 mesi per l’arcata superiore e 3 mesi circa per quella inferiore, è possibile rimuovere i denti provvisori e procedere ai rilevamenti per realizzare la protesi definitiva. Il paziente non rimane mai senza denti che sono sempre, dalla prima all’ultima seduta, fissi.

Differenze tra All-on-4 e Toronto Bridge

La terminologia All on Four indica in sostanza il numero di impianti, in questo caso 4, utilizzati per un certo tipo di riabilitazione fissa.

Toronto Bridge indica che il tipo di protesizzazione, sempre e comunque fissa, prevede oltre che la parte più propriamente dentale, anche una porzione di gengiva artificiale.

Questo vuol dire che con una All on Four, che prevede appunto l’inserimento di 4 impianti, è possibile realizzare un Toronto Bridge, ovvero una protesi fissa che prevede una componente di gengiva artificiale.

Quanto costa?

Un Toronto Bridge su 4 impianti ha un costo indicativo di 8.000 euro.