Tutti gli utilizzi dello zirconio in odontoiatria

Lo zirconio è un metallo duro che non si trova in natura allo stato puro ma è frutto di un processo industriale in cui si ottiene polvere di zirconio che, una volta stabilizzata, si trasforma in struttura ceramica.

Funzionalità ed estetica

Lo zirconio è considerato, insieme al disilicato di litio, il materiale d’eccellenza per le realizzazioni estetiche in odontoiatria.

Oggi ne esistono versioni stratificate, con all’ interno già presenti le colorazioni naturali del dente, che possiedono altissimi livelli di translucenza e permettono di realizzare restauri integrali difficilmente distinguibili da un dente naturale.

Lo zirconio stratificato della migliore qualità è realizzato in Giappone dalla Noritake, si chiama Katana, e nel corso degli anni è diventato il materiale di maggiore utilizzo per ogni tipo di restauro da noi di Zenadent.

Oltre al titanio infatti, molte delle strutture protesiche utilizzate in odontoiatria, come le corone, vengono realizzati in zirconio. La sua superficie garantisce un ottimo risultato estetico, è di colore bianco puro o nelle versione più moderne arriva dall’industria già nelle colorazioni dei denti e anche in caso di recessione gengivale non sarà mai visibile la parte in metallo.

È adatto anche a coprire i denti con discromie non essendo trasparente alla luce, garantendo al paziente un sorriso bianco e senza difetti, assicurandogli al tempo stesso una corretta funzionalità.

Proprietà meccaniche e biologiche

Sebbene il titanio sia il materiale d’eccellenza per la realizzazione di impianti dentali alla base della moderna implantologia, lo zirconio è diventato un punto fermo per quanto riguarda la protesi. Questo materiale ha infatti proprietà meccaniche eccellenti: è più leggero ma fino al 50% più resistente, è meno soggetto a rotture e possiede una buona resistenza alle forze di flessione

Uno dei dati forse più positivi riguarda la sua biocompatibilità. Questo materiale è particolarmente interessante proprio perché non provoca alcun tipo di allergia o reazione avversa nei pazienti, è compatibile con l’organismo umano, ed è considerato un materiale non ritentivo.

Lo zirconio inoltre è un materiale meno soggetto all’attacco di placca e batteri rispetto ai materiali tradizionali. Per questa ragione le gengive risulteranno essere più sane e nel tempo questo fattore permetterà una maggiore resistenza dei lavori eseguiti e una più semplice manutenzione di igiene orale.