Vai al contenuto

Quanto costa?

Un intervento di rigenerazione ossea ha un costo variabile tra i 500€ per la rigenerazione con membrana e particolato osseo di un singolo alveolo (la cavità che deriva dall’estrazione di un dente) per arrivare ai 2.500€ per la rigenerazione di un severo difetto orizzontale o verticale.

La rigenerazione ossea non è l’unica soluzione alla mancanza di osso

Con la tecnica Eagle Grid è possibile intervenire in pazienti che non hanno osso a sufficienza per l’inserimento di impianti tradizionali a causa di gravi riassorbimenti,  parodontiti avanzate, protesi mobili o gravi traumi. Più veloce di una rigenerazione ossea (anche se più costosa), Eagle Grid permette di ripristinare la dentatura mancante in un solo giorno, qualsiasi sia la situazione di partenza, e di inserire subito i denti fissi

Cos’è la rigenerazione ossea?

La Rigenerazione Ossea Guidata (GBR) è una moderna tecnica chirurgica che permette di ricostituire il tessuto osseo mandibolare e mascellare nei pazienti che l’hanno perduto a causa di traumi o di parodontite grave. Le tecniche di rigenerazione ossea sono diverse, ma l’obiettivo che le accomuna è quello di ottenere una quantità di osso sufficiente all’inserimento di impianti dentali per ripristinare in modo definitivo il sorriso del paziente. Oggi esistono molteplici tecniche che permettono di inserire impianti anche dove l’osso è scarso, ma la rigenerazione ossea è l’unico mezzo che permette di ritornare all’esatta situazione di partenza, ovvero osso, gengiva e denti del tutto simili a quelli naturali.

Che cosa cura?

Le cause per cui una persona può trovarsi senza osso all’interno della bocca possono essere molteplici, dai semplici traumi alla parodontite

La perdita del tessuto osseo all’interno del cavo orale può avvenire per vari motivi:

  • Perdita dei denti e mancata sostituzione per lungo tempo, che causano atrofia a carico sia dell’osso sia del tessuto gengivale.
  • Parodontite non curata adeguatamente, che provoca la retrazione della gengiva, la perdita di osso e, infine, la caduta del dente.
  • Patologie endodontiche a carico dei nervi che sostengono i denti e dei vasi sanguigni al loro interno, come ascessi, granulomi o cisti che portano alla necrosi del dente.
  • Traumi che provocano la caduta dei denti, dovuti a incidenti o cadute

Una volta ricostruito il tessuto osseo, ci sarà anche una conseguente ricrescita della gengiva. Sarà poi possibile procedere con le moderne tecniche d’implantologia dentale per ripristinare la funzionalità e l’estetica della bocca.

In cosa consiste il trattamento?

I pazienti che si rivolgono al nostro Studio per interventi di rigenerazione ossea e ricostruzione delle gengive sono moltissimi. Solitamente la loro richiesta è quella di poter recuperare i tessuti necessari ad effettuare un impianto dentale, anche con poco osso di partenza.

Le tecniche odontoiatriche che abbiamo a disposizione per rispondere a questa esigenza si suddividono essenzialmente in tre tipologie, tutte eseguite in sedazione cosciente:

  • Rigenerazione con membrane riassorbibili:
    prevede l’applicazione di un innesto osseo particolato, composto da osso sintetico e osso biologico, sottoposto ad una membrana appositamente progettata per essere completamente riassorbita dai tessuti.
    Questa tecnica è indicata nei casi più semplici da trattare, dove il difetto osseo è solo orizzontale e lo spessore non è sufficiente per un impianto. 
  • Rigenerazioni con membrane non riassorbibili: per difetti di entità più grave, sia orizzontali che verticali, in cui la mancanza di osso rende impossibile l’inserimento dell’impianto. La tecnica con membrane non riassorbibili permette di rigenerare qualunque tipo di difetto, anche dove si pensava fosse impossibile intervenire.
  • Rialzo del seno mascellare: si utilizza quando, a causa di una mancanza prolungata dei denti, l’osso residuo si riduce ad una lamina sottile nelle zone posteriori del mascellare superiore. Questa procedura permette di ottenere almeno 3-4 mm di spessore in più dell’osso. 

La durata di un intervento di rigenerazione ossea è variabile a secondo della tipologia e della difficoltà del difetto da trattare.

Solitamente la durata media di un intervento per la rigenerazione di un difetto osseo orizzontale o verticale è di circa 2 ore e viene eseguito in sedazione cosciente. Grazie a questa particolare metodologia di lavoro, il paziente non sentirà dolore durante l’intervento, inoltre l’effetto della sedazione si protrae anche nei giorni seguenti, quindi non ci saranno fastidi post operatori di alcun tipo.

Generalmente i tempi di guarigione per la rigenerazione ossea variano a seconda del tipo di intervento e il tempo medio è di circa 6-9 mesi. A questo punto è necessario rimuovere membrana, pin e viti di fissaggio e si può procedere all’inserimento degli impianti. 

Chi ti seguirà in questo servizio?

Inizia subito il trattamento. Prenota una visita!

Lasciaci i tuoi dati, sarai ricontattato
al più presto da un nostro consulente.

Nome e Cognome*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.