Vai al contenuto
Sommario

Serviti delle ancore qui sotto per raggiungere l’argomento interessato
e leggere il contenuto.

Fin dai tempi antichi la lingua bianca è sinonimo di malessere fisico e infatti è spesso il segnale di allarme di una disidratazione, di problematiche all’apparato digerente e di malattie del cavo orale, prima fra tutte la candida.

Cos’è la candida orale (o mughetto)?

La candida orale, conosciuta anche come mughetto, è infezione provocata da un fungo che si sviluppa all’interno della bocca e cresce in maniera incontrollata, raggiungendo anche la gola.

Nella maggior parte dei casi non provoca dolore, mentre talvolta può produrre una sensazione di bruciore in bocca, accompagnato da fastidio nella deglutizione; più frequentemente impedisce a chi ne soffre di percepire i sapori del cibo e può generare un gusto anomalo in bocca.

Ma come si riconosce la candida orale? Esiste un sintomo, il più visibile e impossibile da non notare, che ci permette di identificare la candida con estrema sicurezza: delle chiazze di colore bianco che solitamente ricoprono la lingua, il palato e la gola. Talvolta, proprio perché la lingua bianca è associata a anche ad altre patologie, può essere prescritto un tampone faringeo per escludere con certezza le possibili altre cause.

Da cosa deriva la candida?

Noto scientificamente come Candida albicans, il mughetto è un fungo che generalmente viene “combattuto” dalla flora batterica e dal sistema immunitario ed è del tutto innocuo per l’uomo. Può accadere, però, che a causa di un abbassamento delle difese, la candida inizi a proliferare senza nessun controllo. Tra le principali cause si annoverano l’immunodeficienza, le patologie virali, il fumo, l’assunzione di corticosteroidi, i farmaci che tendono a ridurre la produzione della saliva, ferite e traumi del cavo orale.

I soggetti più a rischio di contratte la candida orale sono quelli:

La candida orale è contagiosa? Come si cura?

Come tutti i funghi, anche la candida può essere trasmessa per contatto diretto. Non è rischioso, invece, il contatto indiretto (ad es. bere dallo stesso bicchiere) anche se caldamente sconsigliato.

Chi contrae questo tipo di infezione, deve sottoporsi ad una cura anti-micotica assumendo gli appositi farmaci per via orale. La terapia farmacologica dura in genere tra le due e le tre settimane, e deve essere sempre accompagnata da una corretta igiene orale.

In caso di mughetto, infatti, è bene:

Creiamo trattamenti personalizzati per soddisfare le esigenze di ogni paziente!