Amalgama dentale

Amalgama

L’amalgama dentale, chiamato anche “argento dentale” o “piombatura” è un materiale utilizzato nell’otturazione dentale, composto prevalentemente da argento, rame e zinco, miscelati con il mercurio liquido (mediamente 440 mg).

Le problematiche dell’amalgama dentale

La problematica legata all’utilizzo del mercurio, oltre alla resa estetica poco gradevole, è principalmente dovuta alla possibile intossicazione da mercurio nei pazienti. Infatti, quotidianamente parte di questo mercurio si corrode e viene rilasciato nella cavità orale e nell’organismo, anche tramite la semplice masticazione.

Il mercurio in questo modo si deposita nei tessuti cellulari e può risultare tossico per l’organismo, causando malattie neurodegenerative, immunotossicità, danni al sistema endocrino, rischi relativi alla fertilità e allo sviluppo embrionale del feto nelle donne incinta.

Proprio per questo è fondamentale svolgere una rimozione protetta delle otturazioni in amalgama, per eliminare sia il disagio estetico, sia eventuali fonti di intossicazione da mercurio e da altri metalli pesanti.