Cos’è l'ortodonzia invisibile?

L’ortodonzia invisibile è quella branca dell’ortodonzia (ovvero di quella scienza odontoiatrica che si occupa di “raddrizzare i denti”) che permette, grazie appunto all’utilizzo di mascherine invisibili (realizzate in un polimetro trasparente e sottilissimo) di ottenere spostamenti dentali senza l’utilizzo dei classici apparecchi, ovvero quelli con placchette (brackets), fili e legature metalliche.

È una tipologia di ortodonzia fissa, ovvero applicabile prevalentemente in giovani adulti e adulti in genere.
Le tecniche stanno tuttavia progredendo rapidamente e già si parla di applicazione di questo tipo di apparecchi anche nei bambini

Torna a sorridere con Zenadent:
scrivici e fissa un appuntamento!

Come si interviene?

Come nella maggior parte dei casi il lavoro parte da un’impronta, ovvero un calco della bocca del nostro paziente che può avvenire sia con scanner che con tecnica tradizionale.
Dopodiché, e qui viene il bello, l’impronta così realizzata viene sottoposta a un’ulteriore scansione e un particolare software opportunamente settato, riesce a simulare tutti gli spostamenti necessari a ottenere un sorriso armonico e allineato, producendo un file, una sorta di video, dove è possibile vedere ancora prima di mettere in pratica il trattamento, quello che sarà il risultato finale.

Quando è necessaria l'ortodonzia invisibile?

L’ortodonzia in generale e quindi anche quella invisibile si rende necessaria quando problemi di disallineamento, affollamento o malposizione dentale, determinano un sorriso non armonico e spesso problematiche igieniche che portano nel tempo a carie e problematiche parodontali.

Non da ultimo i denti “storti” non solo non sono particolarmente belli a vedersi, ma non “masticano” neppure in maniera corretta e una corretta masticazione è sicura fonte di benessere per l’intero organismo, così come il poter sorridere a 32 denti senza alcun imbarazzo!

Quanto dura?

La durata del trattamento dipende essenzialmente da quanto questo è complicato.

Anche in questo caso ci viene in aiuto il software che oltre a permetterci di dare una sbirciata al futuro e osservare come potrebbe diventare il nostro sorriso, ci permette anche di sapere con buonissima approssimazione quanto tempo ci vorrà.
Mediamente le mascherine invisibili vengono cambiate una volta al mese e un trattamento medio per un’arcata che richiede un semplice riallineamento senza grosse rotazioni dentali, richiede dai 6 agli 8 mesi.

Da qui in su ci sono tutti quei trattamenti un po’ più complicati che rendono necessari più passaggi e quindi un maggior numero di mascherine per essere portati a termine.
Considerando che con le mascherine trasparenti riusciamo oggi, grazie ai progressi della scienza ortodontica, a risolvere casi un tempo impensabili (nel senso che potevano essere approcciati con la sola ortodonzia tradizionale), la durata del trattamento, di solito comunque sempre inferiore rispetto agli apparecchi classici non è più un problema, grazie al comfort che queste mascherine portano con sè, non rappresenta più un problema.
Le mascherine sono invisibili. Possono essere portate tutto il giorno e la vita di relazione non ne risente in alcun modo.

Quanto costa l'ortodonzia invisibile?

Il costo per un trattamento di 1 anno circa per un’arcata è di circa 2.500 euro.
Chiaramente il preventivo sarà personalizzato in sede di prima visita e cucito su misura per le esigenze del nostro paziente e per la durata del trattamento che sarà stabilita grazie all’utilizzo del software di pianificazione.

Domande frequenti

Il trattamento di ortodonzia invisibile fa male?

Non fa male. Come per ogni trattamento ortodontico il movimento dei denti, sopratutto quando si fa il cambio mensile della mascherina determina una sorta di “tiraggio” che sulle prime genera un po’ di fastidio, del tutto sopportabile

Si può fare a qualunque età?

Questo tipo di ortodonzia nasce con lo scopo di trattare gli adulti che non se la sentivano ormai di affrontare un trattamento tradizionale e quindi visibile. Per cui, il limite è dato solo dalla volontà del paziente di modificare il proprio sorriso e questo può avvenire a qualunque età. Detto questo e come sempre non si può generalizzare, perché capita, soprattutto andando un po’ avanti con l’età che vi siano concomitanti problemi parodontali che diventa opportuno verificare prima di intraprendere qualunque tipo di trattamento ortodontico.